Trasporto gratuito in tutta Italia per ordini superiori a € 46,50

Olio extravergine di oliva e calorie: quanto usarne nella dieta?

Olio extravergine di oliva e calorie: quanto usarne nella dieta?

L'olio extravergine di oliva quante calorie ha? Scopri i valori nutrizionali dell'olio EVO e quanto consumarne nella dieta per la salute e per la linea.

L'obiettivo di questo articolo è proprio quello di analizzare i valori nutrizionali di questo condimento per fornire una risposta chiara ed esaustiva alla domanda "quanto olio EVO usare nella dieta?".

Questa tipologia di olio è un alimento molto apprezzato per le sue innumerevoli proprietà benefiche, riconosciute da medici, nutrizionisti e dallo stesso Istituto Superiore di Sanità.

Tuttavia, come per ogni alimento, è importante capire il suo apporto calorico e, di conseguenza, quanto olio possiamo consumare nella nostra dieta, per non mettere a repentaglio linea e salute.

Anche il più salutare degli alimenti, infatti, può diventare nocivo laddove se ne faccia un uso smodato.

In particolare, l'olio di oliva viene usato in molte preparazioni in cucina, sia a crudo che in cottura. Di conseguenza, farsi prendere la mano e superare la quantità giornaliera raccomandata, è più facile di quanto si possa immaginare.

In particolare vedremo:

 

Impara a riconoscere un olio d'oliva originale con questa breve e semplice guida. Scaricala ora!

 

Olio extravergine di oliva: calorie e proprietà

 

Le calorie dell'olio extravergine di oliva sono circa 900 ogni 100 grammi di olio (che corrispondono a circa 10 cucchiai colmi da tavola).

Un valore molto alto che, tuttavia, va valutato in base alle caratteristiche e ai benefici dell'olio EVO sul nostro corpo.

Infatti, se è vero che l'olio di oliva è costituito per il 99% da grassi, bisogna tenere in considerazione che si tratta di acidi grassi monoinsaturi (per l'80% circa). Questi ultimi sono grassi preziosi per ridurre il livello di colesterolo cattivo (LDL) e aumentare quello buono (HDL).

Questa particolare composizione di grassi, rende l'olio EVO utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Questo speciale condimento è, inoltre, ricco di polifenoli, preziose molecole antiossidanti, che gli conferiscono numerose proprietà, fra cui:

  1. Contrastare i radicali liberi (i principali responsabili del processo di invecchiamento) che sono alla base di numerose patologie degenerative, quali, ad esempio, l'Alzheimer
  2. Prevenire alcune malattie croniche, come il diabete mellito di tipo 2
  3. Tenere sotto controllo la pressione arteriosa
  4. Prevenire alcuni tipi di tumore

Dunque, quando si esaminano i valori nutrizionali dell'olio EVO, non bisogna fermarsi solo all'elevato apporto calorico. Occorre invece tenere in considerazione anche la sua composizione, che lo rende un toccasana per la salute dell'organismo.

 

Quale olio usare nella dieta?

 

Chi è attento alla dieta e alla linea e si chiede quale sia l'olio con meno calorie, deve sapere che gli oli di semi apportano le stesse calorie dell'olio extravergine.

A fare la differenza troviamo i grassi che compongono questi oli, oltre al sapore decisamente meno gradevole.

A differenza dell'olio EVO, infatti, gli oli di semi si contraddistinguono per l'elevata concentrazione di grassi polinsaturi. Si tratta di grassi estremamente nocivi per il nostro organismo, soprattutto se consumati abitualmente e in quantità importanti.

Dunque, eliminare l'olio extravergine dalla dieta a favore di un olio di semi, sarebbe una decisione sbagliata sia per il palato che per la salute.

 

L'olio EVO è consigliato nella dieta: quantità e calorie

 

Qual è l'olio che non fa ingrassare?

 

Se si è alla ricerca di un olio che non faccia ingrassare, la prima cosa da sapere è che non esiste una risposta se non si tiene in considerazione la quantità consumata.

Tuttavia, l'olio EVO, se consumato con moderazione, vanta proprietà preziose per la dieta quali:

  1. Aumento del metabolismo, ossia della capacità dell'organismo di consumare energia
  2. Controllo dell'insulina: l'ormone a cui si deve il deposito del grasso addominale
  3. Miglioramento delle funzionalità del fegato e dell'intestino, con relativa riduzione del gonfiore addominale
  4. Favorimento della digestione

Dunque, sebbene le calorie dell'olio extravergine siano tante, un uso responsabile, oltre a non fare ingrassare, aiuta a controllare il peso corporeo ed è raccomandato anche in gravidanza.

 

Olio EVO: quante calorie ha e perché è consigliato nella dieta

 

Quanto olio al giorno per non ingrassare?

 

Abbiamo detto come, per godere di tutti i benefici dell'oro verde viste le sue elevate calorie, è fondamentale farne un uso moderato.

Dunque, quante calorie ha l'olio e quanto olio usare nella dieta?

In linea generale, il consumo di olio di oliva dovrebbe essere compreso tra i 20 grammi (2 cucchiai da minestra) e i 40-50 grammi al giorno (4 cucchiai da minestra). Tenendo presente che 2 cucchiai di olio corrispondono a circa 177 calorie.

Sono queste le indicazioni fornite dall'Istituto Superiore di Sanità.

Tuttavia, ogni individuo (in base alle sue specifiche condizioni fisiche e di salute e al suo stile di vita) avrà uno specifico fabbisogno calorico giornaliero.

Essere consapevoli dei valori nutrizionali dell'olio EVO è fondamentale per avere un'idea concreta delle calorie che si stanno effettivamente mettendo nel piatto ed evitare di esagerare.

 

Quanto olio EVO al giorno si può introdurre nella dieta

 

Olio extravergine di oliva calorie: istruzioni per l'uso

 

Abbiamo visto le caratteristiche e le proprietà dell'olio extravergine e il perché il suo consumo sia da preferire a quello di altre tipologie di olio.

Abbiamo anche preso in esame i valori nutrizionali dell'olio EVO, scoprendo come si riveli un prezioso alleato della linea. Infatti, nonostante il suo elevato contenuto calorico, la presenza di grassi "buoni" e di altre sostanze preziose per l'organismo, aiuta a:

  • Stimolare il metabolismo
  • Facilitare la digestione
  • Facilitare le funzionalità del fegato e dell'intestino

A patto di prestare attenzione a quanto olio usare nella dieta: dai 2 ai 5 cucchiai al giorno massimo, come suggerito dallo stesso Istituto Superiore di Sanità.

Questo valore si intende complessivo, e, dunque, comprende sia l'utilizzo a crudo (che sarebbe da preferire perché permette di mantenere integre tutte le sue proprietà), che per le preparazioni cotte.

Infine, è bene ricordare di prestare la massima attenzione nello scegliere un olio di qualità perché, a parità di calorie dell'olio, sarà in grado di apportare il massimo dei benefici al nostro organismo.

 

selezione-umbra

Olio nuovo: qualità e costi dell'olio EVO

Olio nuovo: qualità e costi dell'olio EVO

Vuoi conoscere la qualità e i costi dell'olio nuovo? Leggi l'articolo per...
Le migliori ricette tradizionali di Natale

Le migliori ricette tradizionali di Natale

Vuoi scoprire le ricette tradizionali di Natale? Leggi l'articolo per sapere...
Come conservare l'olio in inverno?

Come conservare l'olio in inverno?

Sai come conservare l'olio in inverno? Leggi l'articolo per scoprire i trucchi...