Trasporto gratuito in tutta Italia per ordini superiori a € 46,50

Come sostituire il burro con l'olio extravergine

Come sostituire il burro con l'olio extravergine

Scopri i segreti per sostituire il burro con l'olio extravergine di oliva e preparare dolci deliziosi e salutari, grazie alle migliori ricette.

Il burro è uno degli ingredienti più presenti nelle ricette dei dolci. Tuttavia - per ragioni di salute o di intolleranze, oppure semplicemente per una scelta dietetica personale - alcune persone non vogliono o non possono usarlo. Questo, però, non significa dover rinunciare al piacere di una crostata, di una torta o di un biscotto.

L'olio extravergine di oliva, infatti, è un eccellente sostituto del burro nella preparazione dei dolci. In qualche caso, addirittura, ne rende la preparazione più facile.

Per ottenere un buon risultato finale, l'importante è sapere bene quale scegliere e come dosarlo.

Se non sai come effettuare la conversione tra burro e olio negli ingredienti delle ricette, in questa guida ti spiegheremo in modo semplice come fare la sostituzione. Così potrai concederti qualche peccato di gola senza esagerare col colesterolo, o tornare a gustare dolci a cui avevi rinunciato per motivi etici o di allergie.

Vedremo in particolare:

 

Perché sostituire il burro con l'olio extravergine?

Quella di sostituire il burro con l'olio è una scelta salutare, etica oppure, in alcuni casi, una necessità.

Chi vuole preservare il proprio sistema cardiovascolare dovrebbe preferire l'olio al burro, per via dell'elevata percentuale di grassi saturi di quest'ultimo. Questa tipologia di acidi grassi, infatti, fa aumentare il colesterolo cosiddetto "cattivo".

Alcuni, inoltre, scelgono di rinunciare al burro perché per motivi etici o di benessere fisico hanno adottato una dieta vegana. Invece, per intolleranti e allergici al lattosio, l'eliminazione del burro non è nemmeno una scelta, visto che non possono consumare questo alimento.

Un altro motivo per usare l'olio EVO nei dolci è che ne rende la preparazione più pratica e veloce. Infatti, spesso il burro va fuso prima di incorporarlo in composti e impasti e questo costringe a compiere un'operazione aggiuntiva e a sporcare un pentolino in più.

Alcune ricette, poi, se preparate con l'olio risultano addirittura più semplici da realizzare. Un esempio è la pasta frolla che, se si è alle prime armi, rischia di "impazzire" e diventare impossibile da stendere. Usando l'olio, però, ciò non può avvenire.

Inoltre, con l'olio non si deve far riposare l'impasto in frigorifero. Una volta pronto, si potrà immediatamente stenderlo, per realizzare dolci appetitosi come la nostra crostata con marmellata di more.

 

Come sostituire il burro con l'olio extravergine: preparare la crostata di more

 

Come bilanciare il burro con l'olio

Bilanciare il burro con l'olio nelle ricette è essenziale per ottenere risultati all'altezza delle aspettative. Per farlo correttamente occorre tenere conto della percentuale di grassi totali presenti e di quella di acqua.

Il burro contiene l'80% di grassi, mentre il rimanente 20% è costituito da acqua. L'olio, invece, non contiene acqua e ha una percentuale del 100% di grassi.

Di conseguenza, per sostituire il burro con l'olio basta diminuire la dose prevista del 20%. Perciò, per preparare una ricetta che richiede 100 g di burro saranno sufficienti 80 g di olio.

Questa conversione, tuttavia, funziona solo su quantità limitate, come quelle necessarie per preparare gli irresistibili brutti ma buoni. Se le dosi aumentano, l'assenza di acqua nell'olio va compensata per non compromettere la riuscita del dolce. Quindi, ad esempio, a 1 kg di burro corrisponderanno 800 g di olio più 200 g di acqua.

In generale, fino a circa 500 g di burro non occorre aggiungere liquidi. Ecco un pratico promemoria che potrà facilitarti nel fare le conversioni:

  • 10 g di burro = 8 g di olio;
  • 25 g di burro = 20 g di olio;
  • 50 g di burro = 40 g di olio;
  • 100 g di burro = 80 g di olio.

Per ottenere gli altri quantitativi, basterà sommare o moltiplicare quelli indicati.

 

Come sostituire il burro con l'olio extravergine nella preparazione dei dolci

 

Come usare l'olio EVO nei dolci?

L'olio EVO nei dolci può essere usato tranquillamente nella maggior parte delle ricette, aggiungendolo esattamente negli stessi tempi e modi previsti per il burro. È fondamentale, però, che si scelga quello giusto.

Infatti, per torte, biscotti, crostate, eccetera, è meglio sostituire il burro con un olio dal sapore delicato, che non prevarichi quello degli altri ingredienti.

Gli oli extravergine con un gusto più amaro e piccante, che sono ottimi per esaltare altri piatti, nei dolci dovrebbero invece essere evitati.

Un accorgimento in più per ottenere risultati ottimali è quello di aggiungere alle preparazioni solo aromi quali la scorza d'arancia o quella di limone, che si combinano molto bene con il sapore dell'olio d'oliva. Meglio rinunciare, invece, all'accoppiata con vaniglia e cannella.

Se sei alla ricerca di un olio extravergine adatto a sostituire il burro, ti consigliamo il nostro Olio EVO Elite. Prodotto con olive raccolte a maturazione leggermente avanzata, ha un sapore più dolce, che si adatta perfettamente allo scopo.

olio-perfetto

Perché l'olio estratto a freddo è più salutare?

Perché l'olio estratto a freddo è più salutare?

Scopri come viene ottenuto l'olio estratto a freddo, quale metodo di estrazione...
Come sostituire il burro con l'olio extravergine

Come sostituire il burro con l'olio extravergine

Scopri i segreti per sostituire il burro con l'olio extravergine di oliva e...
Le proprietà benefiche dell'olio extravergine di oliva

Le proprietà benefiche dell'olio extravergine di oliva

Scopri le proprietà benefiche dell'olio extravergine di oliva, perché fa bene,...